09.09.2015

Parte la nuova ricerca sullo stato del crowdfunding in Italia

Università Cattolica lancia la nuova ricerca per mappare le piattaforme di crowdfunding in Italia e tracciare un quadro attuale di donation, reward, equity e lending crowdfunding
 
L’ultima ricerca sull’intero mondo del crowdfunding in Italia fu effettuata nel maggio 2014 da Ivana Pais e Daniela Castrocaro ed era relativa quindi alla situazione che si era consolidata tra la fine del 2013 e l’inizio del 2014.

In questo anno e mezzo, tuttavia, il mercato del crowdfunding in Italia e nel mondo è cambiato radicalmente e velocemente.

adm_logo_unicattIvana Pais, docente di Sociologia Economica dell’Università Cattolica di Milano, ha deciso quest’anno di ricostruire il quadro complessivo attraverso un questionario indirizzato a tutte le piattaforme italiane, donation, reward, equity e lending, con l’auspicio che il risultato del lavoro sia utile a tutti coloro che sono interessati al fenomeno crowdfunding, piattaforme incluse.

Supportato nel 2014 dalla ormai scomparsa ICN (Italian Crowdfunding Network), quest’anno il lavoro di ricerca è sostenuto da TIM – Telecom Italia, ma la responsabilità del trattamento dei dati è unicamente in carico all’Università Cattolica dove solo Ivana Pais e Michela Bolis avranno accesso alle risposte delle piattaforme.

I risultati verranno aggregati e presentati in un formato che non consentirà di ricostruire i dati delle singole piattaforme. In ogni caso, un report per la validazione verrà mandato prima della pubblicazione a chi avrà risposto al questionario.

Fonte: www.crowdfundingbuzz.it