INDICE DI SPORTIVITA’ 2020 19.10.2020

INDICE DI SPORTIVITA’ 2020

14° edizione dell' Indagine a cura di PTSclas e Il Sole 24 ore
Susanna Berretta

E’ stata da poco pubblicata l’edizione 2020 dell’Indice di Sportività l’indagine, giunta alla sua 14° edizione, curata dalla società di consulenza PtsClas per Il Sole 24 Ore.

L’Indice di Sportività è una fotografia molto dettagliata delle province italiane viste sotto la lente delle attività sportive e che quest’anno è stata particolarmente condizionata dalle difficoltà che il mondo dello sport ha attraversato a  causa della pandemia COVID-19: annullamento di eventi, blocco temporaneo delle attività, ripresa a ranghi ridotti, eccetera.

Per  misurare l’impatto negativo  dell’emergenza, sono stati aggiunti ai consueti  32 indicatori di valutazione (che afferiscono a diverse quattro macrocategorie : strutture sportive, sport di squadra, sport individuali e sport e società) altro quattro indicatori che registrano i “malus Covid” considerati in funzione dell’ impatto sulle strutture  correlate al turismo (impianti sci, campi da golf, circoli velici) che  sulle scuole sportive e collegati alla cancellazione di eventi  nazionali e internazionali  e alla ripresa dei vari campionati maggiori e minori.

Nella classifica generale 2020, considerando l’”effetto Covid” il podio è andato a Bologna (1° posto), seguita da Bergamo (2°) e da Trento (3°); quest’ultima provincia avrebbe conquistato invece la prima posizione se non avesse dovuto subire una pesante decurtazione come malus covid soprattutto in termini di annullamento di numerose  manifestazioni nazionali  in calendario, annullamenti che hanno pregiudicato la classifica di altre città, fra le più penalizzate Aosta e Rimini.

Analizzando la classifica balza all’occhio la 7° posizione di Macerata, l’unica provincia del centro sud che si attesta tra le prime dieci (ed è la prima nel volley)  mentre Cagliari (15a), Firenze (16a), Ancona (17a) e Livorno (20a) sono tra le prime venti.  Restano però indietro quasi tutti i territori meridionali e insulari con le “eccezioni” di Teramo (45a), Chieti (47a) e Bari (52°) che si trovano nella prima metà della classifica.

Come  grandi aree metropolitane Milano è alla 21a posizione seguita  da Roma al 31° posto e da Napoli al 60°  ma preceduta in classifica  da Torino (9°) e Genova (19°), area metropolitana  che avrebbe avuto l’onore del  5° posto senza l’effetto Covid19. Come “indice di praticabilità sportiva” Milano, Napoli, Roma e Torino si attestano però tutte ai primi posti di questa classifica.

Ci hanno incuriosito infine altri risultati che riguardano alcuni indicatori che ci stanno a cuore: ad esempio nello  Sport Femminile la prima posizione è ricoperta da Trieste, seguita da Fermo;  nello Sport Paralimpico è Macerata che conquista la prima posizione seguita da Gorizia mentre  alla voce Sport e Bambini al primo posto si trova Lecco.

News IN BREVE
EUROSTANDS È TECHNICAL PARTNER DI FONDAZIONE CORTINA 2021
25.11.2020
EUROSTANDS È TECHNICAL PARTNER DI FONDAZIONE CORTINA 2021
Yes Mask, la campagna Instagram anti-Covid di FIGC e Bambino Gesù
13.11.2020
Yes Mask, la campagna Instagram anti-Covid di FIGC e Bambino Gesù
FIFS Calcio a 5 AMF - Aperte le Iscrizioni al Corso On Line Allenatori CONI 1°Livello Calcio da Sala
06.11.2020
FIFS Calcio a 5 AMF - Aperte le Iscrizioni al Corso On Line Allenatori CONI 1°Livello Calcio da Sala
METTIAMO IN PISTA LA LUCE CON L'ILLUMINAZIONE DEL NEGOZIO NOLEGGIO BY MAESTRI
06.11.2020
METTIAMO IN PISTA LA LUCE CON L'ILLUMINAZIONE DEL NEGOZIO NOLEGGIO BY MAESTRI

Sei un progettista? Consulta la guida per creare un progetto di successo

Scarica la guida