News dalle aziendeTorna alla rassegna stampa

09 dic 2015

GolfPeople

SportSupporter, la prima piattaforma italiana di crowdfunding sportivo, apre ai singoli atleti

Mancano ancora alcuni mesi perché Sportsupporter, la prima piattaforma italiana di crowdfunding per lo sport, possa spegnere la prima candelina ed è già il momento di annunciare una grande novità che riguarda gli sportivi.

A partire da dicembre, SportSupporter offre la possibilità ad atleti di qualsiasi disciplina, non necessariamente associati ad alcuna società sportiva, di raccogliere fondi per le proprie attività agonistiche o dilettantistiche. L’invito è rivolto a tutti quegli atleti che hanno un sogno nel cassetto e credono che il crowdfunding possa essere un valido metodo per realizzare i propri progetti.

“La scelta di offrire un servizio di crowdfunding anche agli atleti è nata dalle numerose richieste pervenuteci da coloro che ci seguono e credono in quello che stiamo facendo” afferma Manuela Sartor co-fondatrice di SportSupporter e aggiunge: “dare la possibilità anche agli atleti di inserire un loro progetto di raccolta fondi sulla nostra piattaforma è, in questo grande momento di crisi, un modo per aiutare dal basso tutte quelle iniziative che altrimenti non avrebbero nessuna possibilità di ascolto da parte delle istituzioni”.

Sportsupporter è nata lo scorso marzo e dal suo esordio sono stati pubblicati sulla piattaforma alcuni progetti tra i quali “Zambia la tua vita”, ideato da Whanau Onlus con la collaborazione di Altropallone Onlus, che è riuscito a raggiungere due dei quattro step che costituivano l’obiettivo totale.

Il team di SportSupporter è soddisfatto per il risultato fino ad oggi ottenuto che fa ben sperare per il futuro del crowdfunding in un settore così poco coinvolto come lo sport. Anche alcuni degli attuali progetti attivi sulla piattaforma stanno ottenendo risultati e promettono di raggiungere positivamente gli obiettivi delle società sportive coinvolte.

Antonia Lanari co-fondatrice di SportSupporter dichiara: “I primi mesi sono stati molto difficili in quanto, sebbene SportSupporter fosse l’unica piattaforma di crowdfunding in Italia dedicata allo sport, non era conosciuta dagli sportivi e quindi io e la mia socia abbiamo dovuto fare un lavoro minuzioso per poterci far conoscere” e aggiunge: “nei prossimi mesi avremo progetti molto interessanti, uno tra i quali è la raccolta fondi in favore di una scuola di ragazzi sordi in Ghana, progetto in cui noi crediamo molto”.

SportSupporter è la prima piattaforma di crowdfunding nata in Italia per aiutare lo sport e tutti i soggetti coinvolti. Rinnoviamo l’invito ai singoli atleti e alle società sportive che abbiano bisogno di fondi di considerare il crowdfunding un metodo alternativo e altrettanto valido  per soddisfare le proprie necessità.

Versione originale