News dallo SportTorna alle news

19 mar 2015

Il campo sportivo dell'AICS Olmi sarà intitolato a Sandro Pertini

Percorso di partecipazione popolare con la Zona 7 e i cittadini. L'impianto di via Mosca sarà dedicato all'ex Presidente della Repubblica

Sarà intitolato all’ex Presidente della Repubblica Sandro Pertini il centro sportivo comunale Aics Olmi di via Mosca, con una targa che, nel 25° anno dalla sua scomparsa, lo ricorderà con queste parole: “Partigiano, Presidente della Camera e poi della Repubblica, il più amato dagli italiani per la sua schiettezza, il suo rigore morale e la sua capacità di condividere sinceramente con i propri connazionali i momenti più tristi e quelli più felici, comprese le imprese sportive che ci hanno fatto sentire più uniti”.

Lo ha deciso la Giunta di Palazzo Marino, recependo l’indicazione proveniente dai cittadini del quartiere Olmi e condivisa con la Zona 7, attraverso un percorso di partecipazione popolare che rappresenta una vera e propria novità per Milano. La maggior parte dei centri sportivi cittadini, infatti, non hanno un proprio nome, ma vengono identificati con il concessionario che li gestisce: nel caso dell’impianto di via Mosca 67 si tratta, appunto, della Società cooperativa sportiva dilettantistica Aics Olmi.

Proprio in merito all’intitolazione dei centri sportivi, il Consiglio di Zona 7 ha voluto promuovere percorsi di partecipazione popolare, per coinvolgere direttamente i cittadini nella scelta delle personalità del mondo dello sport e, più in generale, della vita pubblica, maggiormente meritevoli del riconoscimento. Per la struttura di via Mosca, i protagonisti sono stati i numerosi partecipanti al torneo di calcio Sandro Pertini, organizzato dalla Zona con sette società sportive del territorio: in quell’occasione, l’8 dicembre scorso, è stata approvata per acclamazione la proposta del concessionario Aics Olmi di intitolare l’impianto alla memoria dell’ex Capo dello Stato Sandro Pertini a 25 anni dalla sua morte. 

“Intitoliamo un nostro impianto sportivo a Sandro Pertini – ha commentato l’assessora allo Sport Chiara Bisconti -. Ė un gesto che aumenta il valore di tutta la città, credo che la Zona 7 abbia preso un’ottima decisione”. 

L’impianto di via Mosca 67, con una superficie di 34 mila metri quadrati, è costituito da ben sei campi da calcio in erba sintetica e naturale, anche illuminati, e da una tribuna scoperta: due campi sono per il calcio a 11, uno per il calcio a 7 e tre per il calcio a 5, uno dei quali è copribile con pallone pressostatico.

Sandro Pertini, nato a  Stella  il  25 settembre 1896,  morto a  Roma il  24 febbraio 1990, è ricordato nella storia d’Italia per la sua esperienza da partigiano, per aver fatto parte dell’Assemblea Costituente della Repubblica e per essere stato deputato, Presidente della Camera, Capo dello Stato dal 1978 al 1985. Ha caratterizzato il proprio mandato con una forte partecipazione agli eventi pubblici - tragici e non - che hanno catalizzato l’attenzione dell’intero Paese: dal terremoto in Irpinia del 1980 e dall’incidente di Vermicino del 1981 alla vittoria degli Azzurri ai Mondiali di calcio del 1982.